Simona

Pallavolista vera da sempre,  la Radostin Stoytchev della Sorellanza. Copywriter delle espressioni gergali di uso comune“raccattati”, “scappati di casa”, “briao” e “chioccone” (tutte le “c” sono da intendersi mute. Anche quelle di “briao”)

Alias: Simò, Zampine

Luogo di nascita: stando ai documenti (falsi) Cascina, ma probabilmente a Madrid (spagnola dentro)

Segno zodiacale: Sagittario ascendente Capricorno. Lanciatrice olimpionica di frecciate e strali di plasma.

Titolo di studio: Master in Velascologia

Fede religiosa: Scemantology

Hobby: smacchiare leopardi

La partita da ricordare: Italia-Cuba, finale Mondiali 1990 “sul tetto del mondoooooo”

La partita da dimenticare: Sisley Treviso-Giotto Padova del 2006, più che una partita un Grancereale

Amo: i cut shot, le sciarpe e la ricezione in bagher alto sulle float

Odio: la ricezione in palleggio, il tifo becero e i tuttologi

Il mio motto: Se ce l’ha fatta Lipe c’è speranza per tutti

Sogno nel cassetto: fare un giro dietro in una squadra di Superlega per vedere l’effetto che fa ricevere una battuta a 127km/h

Quando sarò vecchia: io non invecchio, sono Claudia di intervista col vampiro

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: