Archivi tag: Castellana Grotte

PDM – II^ giornata

Eccoci di nuovo per la seconda puntata della nostra rubrica di punta: la #PDM. Molti di voi si sono impegnati per capire in cosa consistesse questo acronimo e diversi ci sono andati vicini. Ebbene, si tratta della Percentuale Di Merda.

Alcune di noi, spinte dal fanatismo per statistiche e referti, hanno ben pensato di organizzare questo appuntamento dopo ogni giornata di SuperLega per dare preziose dritte a tutti i fantallenatori. A fine stagione, con una cerimonia degna dell’Academy di Hollywood, eleggeremo il #PDMKing per ogni categoria. Dress code da definire.

Vogliamo iniziare il recap della seconda giornata ringraziandovi di cuore per la partecipazione al nostro contest in collaborazione con il Fantavolley. Abbiamo dato un’occhiata a tutti i team SFS e siete tantissimi! ♥ Complimenti a Marco Saporiti che, con la sua squadra SFS, si porta in testa alla classifica generale nella prima giornata considerata. Vi ricordiamo inoltre che la formazione va schierata dopo OGNI giornata (non rimane salvata come nelle scorse stagioni).

Ma torniamo alle cose semi-serie. La ricezione si conferma il baratro buio e profondo di tutte le squadre di SuperLega. L’unico campo sufficiente è stato quello del PalaFlorio, dove si sono affrontate Castellana Grotte e Latina. Per il resto, se la scorsa giornata è stata una mezza strage, questa ci ha ricordato molto Napoleone a Waterloo (una media di 40% la rice positiva, 20% la perfetta). Segnaliamo la finora regina incontrastata Diatec Trentino: nonostante la vittoria per da tre punti, lascia il campo di Padova con 36% di rice positiva, 17% di rice perfetta e 11 errori diretti, con Hoag che non ha fatto certo rimpiangere le abituali prestazioni di Kovacevic (fuori per infortunio) in seconda linea.

La brutta prova generale si fa sentire anche nelle statistiche di attacco di squadra. Solo in pochi (pochissimi) campi viene raggiunta la sufficienza. Le peggiori Latina (8 errori, 10 muri subiti e 49 punti realizzati su 122 palloni) e Sora (8 errori, 6 muri subiti e 29 punti realizzati su 71 palloni).

Iniziamo a vedere una luce grazie alla classifica dei muri realizzati. Fanalino di coda Perugia con soli 3 muri (Shaw, Anzani e Podrascanin) in un’ora e ventisette minuti nonostante il tentativo di Aaron Russell di spaventare gli avversari con i suoi nuovi baffi.

Grazie ai suoi 24 errori al servizio, Piacenza regala praticamente un set a Vibo.

Infine ci teniamo a ricordarvi che la partita tra Lube e Ravenna non è stata giocata a causa di un malore che ha colpito un tifoso sugli spalti poco prima dell’inizio del match. Rivolgiamo un pensiero ed un abbraccio fortissimo alla famiglia di Giuseppe Costantino.

La Sorellanza

Ps.Ringraziamo Trabalza ed Angelo Lorenzetti per questa meravigliosa foto di copertina.

PDM – I^ giornata

Carissimi,

come company policy la Sorellanza ha deciso di commentare nel dettaglio le sole partite che vedrà con i propri occhi. Questo però non significa che non possa analizzare e commentare insieme a voi le statistiche di tutti i match di giornata e, in maniera particolare, di chi si è distinto in esse per aiutare i fantallenatori nella scelta per le prossime giornate.

In questa anonima mattinata di mercoledì lanciamo dunque la prima puntata della nostra nuova rubrica: la PDM. Cos’è? Sta a voi scoprirlo.

Partiamo dal tallone d’Achille che negli ultimi anni ha fatto piangere la maggior parte degli allenatori che si sono accomodati sulle panchine italiche: la ricezione. Sulla quasi totalità dei campi è stata una mezza strage ma l’award di giornata va a Cristian Savani (Taiwan Excellence Latina), fresco di ritorno in Superlega: 23% di positiva, 8% di perfetta.

Veniamo all’attacco di squadra dove segnaliamo un notevole 38% complessivo in casa Kioene Padova: 6 errori, 11 muri subiti e 28 punti realizzati su 74 palloni infiocchettano il cadeau recapitato a Perugia.

Ma per ogni attacco c’è un muro. O meglio, un tentativo di muro. A spiccare tra le quattordici formazioni sono Castellana Grotte e la Bunge Ravenna. I neopromossi della BCC in un’ora e quindici riescono nell’impresa di mettere a segno 2 stampante vincenti (Tzioumakas Georgios e Ferreira Costa Athos), ma sono i romagnoli ad aggiudicarsi il PDM contest per una mera questione di quoziente tempo: stesso numero di fosse, ma in ben due ore e otto minuti (Georgiev Krasimir e Marechal Nicolas).

Concludiamo con il servizio, dove la strage di piccioni la compiono aex-equo la Cucine Lube Civitanova e la Bunge Ravenna con 26 errori. Anche in questo caso risulta determinante il quoziente tempo che “premia” la Lube, regalando più di un set su 4 contro l’1 su 5 della Bunge.

Segnaliamo, infine, l’evidente stato di ubriachezza del sito Legavolley che assegna a Daniele Sottile e Luca Spirito un punteggio individuale di 1.8, che eguaglia la nostra PDM in chimica ai tempi del liceo.

La Sorellanza